Il saluto del presidente

Arturo Poncini

Il carrozzone di Maggiainscena procede nuovamente spedito verso i vari palcoscenici del Cantone che, con l’esperienza maturata in questi anni, abbiamo imparato a conoscere per bene.


A bordo del convoglio, accanto ad attrici e attori della prima ora, hanno preso posto nuovi amici che si sono ottimamente integrati nella Compagnia. Altri hanno preso un periodo di pausa, con la speranza che possano presto “ricomparire”.
Reduce dalle ultime esperienze durante le quali si è esibita con due commedie musicali che sono molto piaciute, Maggiainscena torna per così dire alla normalità: una commedia in due atti in prevalenza dialettale; la spinta propulsiva e la voglia di far bene restano immutate, così come il desiderio di “entrare” in nuovi personaggi… mescolato alla malinconia di abbandonare i precedenti.


La nuova trama, che i nostri abili registi Ulia e Fabio hanno dapprima individuato e poi adattato, racconta le spassose vicissitudini del Dottor Ciabotto, protagonista della commedia che ci accingiamo a presentare. La storia si svolge nel rudimentale “gabinetto” del Dottore, che si muove secondo il buon senso e a lume di naso, in cui si avvicendano pazienti (e altri personaggi) più o meno malati, misteri, sentimenti, tradimenti, dubbi… in una cornice comica e grottesca.


Vi attendiamo quindi alla recita con gioia e tanto piacere.

 

Arturo Poncini, Presidente