Il saluto del presidente

Arturo Poncini

Sono trascorsi oltre due anni dall'ultima esibizione di Maggiainscena, dopo di che fattori imprevedibili l'hanno costretta a rallentare l'attività percorrendo una strada lastricata da ostacoli ardui e complicati. Alludo dapprima alla decisione di lasciare il ruolo attivo da parte di alcuni componenti: scelta comprensibile dopo anni di successi e sacrifici. Trovare però subito chi li potesse sostituire non è stato facile e la dirigenza, in un primo tempo, non sapeva dove andare a parare. Poi tutto si è risolto nel migliore dei modi con nuovi validissimi elementi. La pandemia con le varie ondate ha poi fatto il resto.

 

Un grazie di cuore va ai nostri registi Ulia e Fabio che hanno dovuto lavorare in condizioni difficoltose tra frequenti interruzioni che hanno fiaccato l'attività di tutti.

 

I nuovi protagonisti sorretti da coloro che possiamo definire i rimanenti o colonne portanti del gruppo, non si sono piegati ai contrattempi ed i risultati eclatanti ottenuti al debutto della scorsa primavera sui vari palchi della regione, nonché le ovazioni del numeroso pubblico ad applaudire in piedi (standing ovation), stanno a dimostrare la loro bravura.

 

Fondamentale rimane inoltre la preziosa squadra di collaboratori e collaboratrici "dietro le quinte": elementi indispensabili e legatissimi a Maggiainscena.

 

L'ascensore che fin dall' inizio ci ha portati in alto non si è quindi affatto rotto e l'indice di gradimento della nostra compagnia sventola sempre a livelli prestigiosi.

Attendiamo quindi i nostri affezionati spettatori assicurando loro momenti piacevoli di eccitazione, trepidazione e ilarità.

Arturo Poncini, Presidente